IL PROGETTO‎ > ‎C - biografie‎ > ‎

Croce Giuseppe

[1853 - 1915]

Operaista, socialista, guantaio, primo Segretario della Camera del Lavoro di Milano.


Nacque a Somma Lombardo (Mi) il 18 aprile 1853 da Carlo e Clementina Giusti. Proveniente da una famiglia di umili origini, imparò a leggere e a scrivere da autodidatta. Fece il selciatore e il ragazzo di bottega prima di trasferirsi a Milano e trovare impiego come guantaio.

Partecipò alla fondazione della Confederazione operaia lombarda, del Partito operaio italiano, e poi del Partito dei lavoratori. Impegnato nella costruzione di un movimento collettivo dei lavoratori, fu tra i creatori della Lega dei Figli del Lavoro, una delle prime leghe di resistenza che univano, nel vincolo solidale di classe, operai di vari mestieri; fu redattore e direttore del «Il fascio operaio», organo di stampa della Lega stessa. Fu segretario della Lega dei guantai e tra gli organizzatori dell’importante sciopero dei cappellai di Monza (1885).

Instancabile propagandista, molto popolare tra i lavoratori, rappresentò l’Italia al Congresso internazionale operaio di Parigi nel 1889.

Fu tra i promotori della costituzione della Camera del Lavoro di Milano e ne divenne il primo Segretario, in carica dal 1891 al 1894; ne fu in seguito Presidente dal 1894 al 1896.

Presiedette con Aristo Schianchi e Giuseppe Veraldi il primo Congresso delle Camere del Lavoro d’Italia, che si tenne a Parma nel 1893, in cui si discussero i compiti e l'organizzazione delle istituzioni camerali e la Camera del Lavoro di MIlano fu presa ad esempio dalle altre realtà cittadine. Arrestato in diverse occasioni come sovversivo, fu costretto a riparare all’estero dopo la condanna per i fatti del maggio 1898.

Abbandonò l’organizzazione sindacale agli inizi del Novecento con la vittoria dell’ala riformista su quella “intransigente”.

Morì a Milano il 29 settembre 1915.

(Debora Migliucci)


Bibliografia

M. Bonaccini, Croce Giovanni, in F. Andreucci, T. Detti (a cura di), Il movimento operaio italiano. Dizionario biografico 1853-1943, Vol. I, Editori Riuniti, Roma, 1975, pp. 131- 134; S. Merli, Proletariato di fabbrica e capitalismo industriale, La nuova Italia, Firenze, 1976; A. Castelli, Giuseppe Croce, in Dizionario Biografico degli Italiani, Vol. 31, Treccani, Roma, 1985; M. G. Meriggi, Il Partito Operaio Italiano. Attività rivendicativa formazione e cultura dei militanti in Lombardia (1880-1890), Franco Angeli, Milano, 1985; Milano e la Camera del Lavoro (1891-1914), Milano, 1991;  I.Granata, A. Scalpelli (a cura di), Alle radici della democrazia. Camera del lavoro e partito socialista nella Milano di fine Ottocento, Ediesse, Roma, 1991; .M. Longoni, L’Arte dei cappellai. Lavoro, imprese, organizzazioni tra XIX e XX secolo, Archivio del Lavoro, Sesto San Giovanni, 2001; M.G. Meriggi, Cooperazione e mutualismo. Esperienze di integrazione e conflitto sociale in Europa fra Ottocento e Novecento, Franco Angeli, 2005; M. Antonioli, J. Torre Santos, Riformisti e rivoluzionari. La Camera del Lavoro di Milano dalle origini alla Grande guerra, Franco Angeli, Milano, 2006.

.

Comments